La qualità che conta

19 December, 2008 (18:18) | programming

L’ultimo thread sulla ml italiana dedicata all’extreme programming mi ha toccato un nervo scoperto: la questione qualità

I temi ricorrenti sono i seguenti:

  • La qualità è qualcosa a cui i programmatori aspirano per amor d’eleganza ma che è sostanzialmente inutile all’utente
  • La qualità è qualcosa che dovrebbe essere negoziata in maniera più o meno trasparente con l’utente in fase di negoziazione
  • La qualità va “dosata” per evitare di “esagerare” nei confronti delle modeste esigenze del cliente
  • ecc….

La mia opinione è piuttosto chiara e non ho problemi a dichiararla: qualità al 100% senza compromessi

Ovviamente parlo di quel tipo di qualità che fa innamorare gli utenti di un prodotto, quella qualità percepibile anche nei piccoli dettagli, qualità che ha un valore economico, qualità ottenuta attraverso un’uso eccellente della tecnologica al servizio dell’uomo

L’obiezione che scatta in maniera automatica è: “si, ma te lo puoi sempre permettere?”. Lasciate che risponda senza peli sulla tastiera

Comprendo benissimo chi lotta per la sopravvivenza schiacciato dai vincoli (tempo, soldi, materiali, competenze, ecc…) costretto alla mediocrità con le scusanti classiche (“da noi non si può fare”, “non possiamo permettercelo”, ecc…), ma non posso sostenerlo, sopratutto perchè so che si può prosperare nell’eccellenza

Si possono creare prodotti eccellenti che fanno cose semplici e che costano poco

Si possono creare prodotti eccellenti che fanno cose complesse e che costano un po’ di più

Prodotti mediocri che pretendono di fare tutto ma che poi non funzionano neanche nei casi più semplici non servono a nessuno, o meglio, servono alle apparenze, servono ad ingannare, servono ad ingrassare i meccanismi del potere e ad uccidere l’economia reale

In questo momento storico, in un mercato globalizzato dove nazioni diverse dalla nostra sono semplicemente irraggiungibili nello sviluppo di software mediocre, io non ho dubbi

qualità al 100% senza compromessi

Citazione non del giorno, non del mese, ma dell’anno!

Chiunque, purché sappia chiaramente cosa vuol divenire e non perda un solo secondo della sua vita, può issarsi al livello di coloro che dettano le leggi alle cose e che creano vite più degne (Giovanni Papini in “Diventar genio”)

Comments

Comment from Lawrence Oluyede
Date: December 19, 2008, 8:50 pm

Concordo al 100% senza compromessi ;-)